fbpx Skip to content

Hasselblad presenta la nuova ammiraglia e tre obiettivi: X2D 100C, XCD 38V, XCD 55V e XCD 90V

di PHocus Magazine

 Dopo il successo rivoluzionario della X1D-50C e della sua seconda versione, la X1D II 50C, Hasselblad presenta la potente X2D 100C, insieme a tre nuovi obiettivi della famiglia XCD, l’XCD 2,5/38V, l’XCD 2,5/55V e l’XCD 2,5/90V, per offrire l’esperienza definitiva ai creatori di contenuti.

Hasselblad X2D 100C- L’ispirazione in ogni dettaglio La fotocamera mirrorless digitale di medio formato di nuova generazione X2D 100C di Hasselblad, è stata progettata per apportare sostanziali miglioramenti tecnologici alla qualità delle immagini, alla maneggevolezza della fotocamera e alla reattività del sistema.

Progettata con un nuovo corpo in alluminio caratterizzato delle tonalità di grigio scuro, la X2D 100C ha un sensore CMOS retroilluminato (BSI) da 100 megapixel (43,8 × 32,9 mm), che offre una gamma dinamica fino a 15 stop con una profondità di colore di 16 bit. La X2D 100C consente un’esperienza creativa inimmaginabile in passato, permettendo ai fotografi di catturare le complessità delle luci e delle ombre di un’immagine, utilizzando la Hasselblad Natural Colour Solution (HNCS).

Insieme al nuovo sistema di stabilizzazione dell’immagine a 5 assi e che permette di guadagnare fino a 7 stop all’interno del corpo macchina (IBIS), l’acquisizione di immagini a mano libera è possibile in una vasta gamma di condizioni. Hasselblad ha sviluppato autonomamente il proprio sistema IBIS per la X2D 100C al fine di soddisfare i severi requisiti di stabilizzazione di un sensore da 100 MP. Tenendo conto delle dimensioni e del peso per una facile portabilità, la X2D 100C è la soluzione IBIS di medio formato più compatta sul mercato.

Con 294 zone di messa a fuoco automatica a rilevamento di fase (PDAF), il sistema garantisce la rapida individuazione e messa a fuoco del soggetto.

La X2D 100C acquisisce file in formato RAW 3FR e JPEG full-size, mentre il sistema di archiviazione SSD integrato da 1 TB all’avanguardia e il supporto di schede CFexpress di tipo B garantiscono un’elevata velocità di acquisizione per i soggetti in rapido movimento.

La X2D 100C è dotata di un mirino elettronico (EVF) OLED da 0,5 pollici con 5,76 milioni di punti, un elevato ingrandimento di 1,00x e una frequenza di aggiornamento di 60 fps, che supporta la correzione elettronica degli errori di rifrazione per garantire che l’intero display sia nitido e luminoso, da un angolo all’altro. Un display superiore a colori da 1.08″ e un display posteriore inclinabile e touch da 2,36 MP e 3.6″ consentono di sfruttare tutte queste nuove tecnologie di imaging, pur mantenendo l’intuitiva interfaccia utente Hasselblad (HUI) e lo stile scandinavo del Sistema X.

La batteria ha una valutazione CIPA di 420 scatti e supporta la ricarica rapida PD 3.0. Inoltre, la X2D 100C è compatibile con Phocus, il software gratuito di elaborazione delle immagini di Hasselblad. “Nello sviluppo della X2D 100C, il nostro obiettivo è stato lo stesso di sempre, Victor Hasselblad ha fatto decenni fa: costruire una fotocamera migliore”, ha dichiarato Bronius Rudnickas, Marketing Manager di Hasselblad. “Questo impegno ci spinge a esplorare la possibilità di migliorare le sue prestazioni da tutti i punti di vista.”

Obiettivi più veloci e compatti arricchiscono la gamma di obiettivi del Sistema X.

La gamma di obiettivi XCD sale a 13 obiettivi in totale con la presentazione di XCD 2,5/38V, XCD 2,5/55V e XCD 2,5/90V.

Ogni nuovo obiettivo è stato progettato con una struttura compatta e leggera, pur mantenendo le prestazioni ottiche di prima classe di Hasselblad.

Il modulo di messa a fuoco completamente aggiornato, con il suo motore passo-passo, consente una messa a fuoco automatica più rapida e precisa, mentre l’otturatore a lamelle ottimizzato è più compatto e garantisce la sincronizzazione del flash a tutte le velocità.

Ciascuno di questi nuovi obiettivi XCD ha un corpo interamente in metallo con la scala delle distanza di messe a fuoco incisa e un logo H inciso sia sulla ghiera di messa a fuoco che sull’anello di controllo dell’obiettivo, per un’estetica unica.

I fotografi possono ora passare comodamente alla modalità MF utilizzando l’obiettivo, semplicemente tirando e premendo l’anello di messa a fuoco per passare da AF a MF, e controllare la messa a fuoco e le letture DOF in modalità MF. Inoltre, la nuova ghiera di controllo dell’obiettivo supporta la personalizzazione delle funzioni e i fotografi possono ora cambiare il controllo della ghiera in base alle loro preferenze per rendere gli scatti più intuitivi ed efficienti. Gli obiettivi XCD 38V, XCD 55V e XCD 90V sono compatibili con qualsiasi fotocamera del sistema X, ma esprimono tutto il loro potenziale se utilizzati con la X2D 100C.

L’XCD 38V è ideale per la fotografia documentaristica, street e di paesaggio. L’XCD 55V è adatto per ritratti a mezzo busto o a figura intera, oltre che per riprese documentaristiche, still life e fotografia quotidiana, offrendo ai creatori di immagini più opzioni per il loro genere fotografico preferito. L’XCD 90V è un teleobiettivo moderato, perfetto per ritratti ravvicinati e immagini di still life, ed è più leggero dell’11% rispetto all’XCD 90. 

I prodotti descritti sono disponibili qui:

X2D 100C

XCD 38V

XCD 55V

XCD 90V

Un ritratto da regina

Queen Elizabeth II ©Derek Hudson archive rummage / Queen Elizabeth II / Windsor Horse Show 1975 Un ritratto che invito a guardare con grande attenzione.

Condividi
Read More »
Condividi

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Vuoi accedere agli eventi riservati?

Abbonati a soli 15€ per 365 giorni e ottieni più di ciò che immagini!

Se invece sei già iscritto ed hai la password, accedi da qui

Dimmi chi sei e ti dirò che workshop fa per te

Non è facile trovare un buon educatore!
Appartengo ad una generazione che ha dovuto adattarsi alla scarsa offerta dei tempi. Ho avuto un solo tutor, a cui ancora oggi devo molto. Brevi, fugaci ma intensi incontri in cui il sottoscritto, da solo con lui, cercava di prendere nota anche dei respiri e trarre insegnamento da ogni singola parola.
A causa di questa carenza io e i miei coetanei ci siamo dovuti spesso costruire una visione complementare come autori, designers, critici ed insegnanti e questo ci ha aiutato a costruire qualcosa di fondamentale e duraturo.
Per questo motivo con Cine Sud che vanta un’esperienza di oltre 40 anni nel settore della formazione, abbiamo pensato alla possibilità di offrire dei corsi “one to one”, costruiti sulla base delle esigenze individuali e in campi disparati, che vanno dalla tecnica alla ricerca di nuovi linguaggi in fotografia.
Dei corsi molto vicini a quelli che avremmo voluto avere nel passato, se ce ne fosse stata offerta l’opportunità e la parola opportunità non va sottovalutata, perché ha un peso e una sua valenza e non è spesso scontata.
Ognuno sarà libero di scegliere, sulla base dei nostri consigli, un autore o un tecnico, tra quelli offerti come docenti, e intraprendere un corso che gli offra quello di cui realmente ha bisogno e, eventualmente, ripetere questa esperienza in futuro.
Come quando si va da un eccellente sarto a scegliere con cura un vestito, adattandolo perfettamente al corpo, vogliamo fornirvi il corso che meglio si adatta alle vostre, singole e personali esigenze.
Niente nasce dal caso e per poter essere all’altezza di questo compito e potervi fornire un’offerta diversificata e soddisfacente, abbiamo pensato di sottoporvi un questionario tra il serio e lo scherzoso a cui vi preghiamo di rispondere.
Aiutateci a capire le vostre reali esigenze e chi abbiamo difronte, non ve ne pentirete.
Massimo Mastrorillo

Dimmi chi sei e ti dirò che workshop fa per te

Approfondiamo ! per i più intrepidi
X