fbpx Skip to content

HASSELBLAD MASTERS 2023 WINNERS

di PHocus Magazine

L’edizione 2023 dell’Hasselblad Masters si è conclusa, raccogliendo un numero senza precedenti di 85.000 immagini, a dimostrazione del crescente riconoscimento del concorso. Il concorso comprendeva sei categorie fotografiche in totale: Paesaggio, Architettura, Ritratto, Arte, Strada e Progetto//21, progettato per promuovere i talenti emergenti.

L’illustre grand jury, insieme ai voti del pubblico, ha selezionato i vincitori degli stimati titoli Hasselblad Masters. Siamo ora entusiasti di rivelare al pubblico i vincitori dell’Hasselblad Masters 2023.

PAESAGGIO
Weimin Chu
 | Cina

Il concorso comprendeva sei categorie fotografiche in totale: Paesaggio, Architettura, Ritratto, Arte, Strada e Progetto//21, progettato per promuovere i talenti emergenti.
Serie: "Paesaggio tibetano dal finestrino del treno"

Le immagini di Weimin Chu catturano paesaggi tradizionali integrati con sviluppi moderni in Cina. Chu crea una cornice nella cornice, collegando l’interno della carrozza con il paesaggio esterno, invitandoci a viaggiare insieme al fotografo attraverso paesaggi e tempo.

Il fotografo bilancia abilmente quella che sembra una scena documentaristica con elementi aggiunti che ci fanno mettere in discussione la loro realtà“, afferma Stefan Jensen, curatore presso la Hasselblad Foundation e presidente della giuria.

ARCHITETTURA
Tiina Itkonen
 | Finlandia

Il concorso comprendeva sei categorie fotografiche in totale: Paesaggio, Architettura, Ritratto, Arte, Strada e Progetto//21, progettato per promuovere i talenti emergenti.
Serie: "Casa"

La serie di Tiina Itkonen documenta la vita tradizionale dei cacciatori Inuit e delle loro famiglie, che vivono in piccole case di legno nelle zone remote della Groenlandia orientale e nordoccidentale. Le sue immagini esemplificano la resilienza e l’ingegno in condizioni estreme.

Ciò che mi piace di questa serie è la libertà di lasciare che l’edificio viva in uno spazio. C’è una morbidezza nella tavolozza che riflette l’architettura semplice su un paesaggio tranquillo“, dice Anne Farrar, assistente caporedattore di fotografia presso National Geographic e Grand Membro della giuria.

RITRATTO
Panji Indra Permana | Indonesia

Il concorso comprendeva sei categorie fotografiche in totale: Paesaggio, Architettura, Ritratto, Arte, Strada e Progetto//21, progettato per promuovere i talenti emergenti.
Serie: "Venditori ambulanti di biciclette di Giacarta"

Il progetto di Panji Indra Permana, “The Cyclist Portrait”, è iniziato nel 2020, documentando la tendenza ciclistica dell’Indonesia durante la pandemia COVID-19. Inizialmente incentrato sui ritratti di stili di vita, si è evoluto per mettere in risalto coloro che fanno affidamento sulle biciclette per il proprio sostentamento e coloro che le vendono. Storicamente, le biciclette in Indonesia erano un simbolo di privilegio, possedute da funzionari, aristocratici e ricchi mercanti. Attraverso il suo lavoro, Permana promuove uno stile di vita più sano e un pianeta più verde.

Utilizzando uno sfondo e un flash, il fotografo gioca sugli aspetti storici della fotografia in studio, facendo emergere elementi che ricordano i dipinti storici “, afferma Stefan Jensen, curatore della Fondazione Hasselblad e presidente della giuria.

STRADA
Tom Pitts | Regno Unito

Il concorso comprendeva sei categorie fotografiche in totale: Paesaggio, Architettura, Ritratto, Arte, Strada e Progetto//21, progettato per promuovere i talenti emergenti.
Serie: "Il viaggio"

La serie di Tom Pitts cattura le emozioni inespresse di sconosciuti in transito, fotografati alle fermate degli autobus in Inghilterra. “Volevo catturare e condividere le storie e i momenti che si verificano ogni giorno durante gli spostamenti delle persone, e la bellezza sottostante che ci passa accanto“, afferma Pitts.

L’artista ha catturato momenti che creano una commozione e una narrazione, essenziali per una Street Photography di successo“, afferma Andy Saunders, Senior Vice President di Getty Images e membro della Grand Jury.

ARTE
Jan Pypers | Belgio

Il concorso comprendeva sei categorie fotografiche in totale: Paesaggio, Architettura, Ritratto, Arte, Strada e Progetto//21, progettato per promuovere i talenti emergenti.
Serie: "Diorama"

La serie di Jan Pypers esplora il legame perduto dell’uomo con la natura, ispirandosi ai diorami tradizionali e alla rappresentazione moderna. Fondendo la realtà con il surrealismo, Pypers crea immagini che evocano curiosità e intrighi. Sollecita la riconnessione e il rispetto per il mondo naturale.

Il fotografo bilancia abilmente quella che sembra una scena di un documentario con elementi aggiunti che ci fanno dubitare della loro realtà“, afferma Stefan Jensen, curatore della Hasselblad Foundation e presidente della giuria.

PROGETTO//21
Efraïm Baaijens | Paesi Bassi

Il concorso comprendeva sei categorie fotografiche in totale: Paesaggio, Architettura, Ritratto, Arte, Strada e Progetto//21, progettato per promuovere i talenti emergenti.
Serie: "Piccoli Titani"

Le microimmagini di Efraïm Baaijens catturano la straordinaria bellezza e i dettagli del mondo degli insetti. “Meravigliamoci di fronte a questi piccoli volti e ricordiamoci di rispettare tutte le forme di vita, non importa quanto piccole. Gli insetti sono vitali per il nostro ecosistema, poiché impollinano le piante e mantengono l’equilibrio nella natura. Non è necessario viaggiare lontano per essere testimoni delle meraviglie della natura: basta fare un passo fuori e guarda da vicino “, dice Baaijens.

Eseguito magnificamente, siamo portati a credere che questi insetti abbiano carattere e cosa potrebbero ‘pensare'”, ha commentato Andy Saunders, vicepresidente senior di Getty Images e membro del Grand Jury. 

 
GRAN GIURIA DELL’HASSELBLAD MASTERS 2023
 
  • Stefan Jensen (presidente della giuria) | Fotografo e curatore presso la Fondazione Hasselblad
  • Andy Saunders  | Vicepresidente senior di Getty Images
  • Anne Farrar  | Assistente caporedattore della fotografia presso National Geographic
  • Aya Musa  | Curatore senior presso Foam
  • Jianguo Feng  | Professore, Accademia di Arti e Design, Università di Tsinghua
  • Kirstie Johnstone  | Partner di produzione creativa presso AMV BBDO
  • Maria Svarbova  | Hasselblad Master 2018 e Hasselblad Heroine
  • Marine Merindol  | Direttore globale di strategia e operazioni presso Magnum Photos
Il concorso comprendeva sei categorie fotografiche in totale: Paesaggio, Architettura, Ritratto, Arte, Strada e Progetto//21, progettato per promuovere i talenti emergenti.

Oltre al prestigioso titolo “Hasselblad Master”, il vincitore di ciascuna categoria riceve una fotocamera Hasselblad da 100 megapixel, due obiettivi XCD e un fondo creativo di 5.000 euro. Utilizzando le loro nuovissime fotocamere Hasselblad, i vincitori parteciperanno a un progetto di collaborazione con Hasselblad e creeranno nuove opere fotografiche, con l’opportunità di essere presenti nel libro commemorativo Hasselblad Masters e digitalmente su tutti i canali Hasselblad.

Condividi

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Vuoi accedere agli eventi riservati?

Abbonati a soli 15€ per 365 giorni e ottieni più di ciò che immagini!

Se invece sei già iscritto ed hai la password, accedi da qui

Dimmi chi sei e ti dirò che workshop fa per te

Non è facile trovare un buon educatore!
Appartengo ad una generazione che ha dovuto adattarsi alla scarsa offerta dei tempi. Ho avuto un solo tutor, a cui ancora oggi devo molto. Brevi, fugaci ma intensi incontri in cui il sottoscritto, da solo con lui, cercava di prendere nota anche dei respiri e trarre insegnamento da ogni singola parola.
A causa di questa carenza io e i miei coetanei ci siamo dovuti spesso costruire una visione complementare come autori, designers, critici ed insegnanti e questo ci ha aiutato a costruire qualcosa di fondamentale e duraturo.
Per questo motivo con Cine Sud che vanta un’esperienza di oltre 40 anni nel settore della formazione, abbiamo pensato alla possibilità di offrire dei corsi “one to one”, costruiti sulla base delle esigenze individuali e in campi disparati, che vanno dalla tecnica alla ricerca di nuovi linguaggi in fotografia.
Dei corsi molto vicini a quelli che avremmo voluto avere nel passato, se ce ne fosse stata offerta l’opportunità e la parola opportunità non va sottovalutata, perché ha un peso e una sua valenza e non è spesso scontata.
Ognuno sarà libero di scegliere, sulla base dei nostri consigli, un autore o un tecnico, tra quelli offerti come docenti, e intraprendere un corso che gli offra quello di cui realmente ha bisogno e, eventualmente, ripetere questa esperienza in futuro.
Come quando si va da un eccellente sarto a scegliere con cura un vestito, adattandolo perfettamente al corpo, vogliamo fornirvi il corso che meglio si adatta alle vostre, singole e personali esigenze.
Niente nasce dal caso e per poter essere all’altezza di questo compito e potervi fornire un’offerta diversificata e soddisfacente, abbiamo pensato di sottoporvi un questionario tra il serio e lo scherzoso a cui vi preghiamo di rispondere.
Aiutateci a capire le vostre reali esigenze e chi abbiamo difronte, non ve ne pentirete.
Massimo Mastrorillo

Dimmi chi sei e ti dirò che workshop fa per te

Approfondiamo ! per i più intrepidi
X